Venezia a luci rosse

Venezia a luci rosse

Mancano ormai pochi giorni all’inizio del Carnevale di Venezia che come sempre farà rivivere la città (semmai ce ne fosse ulteriore bisogno), rendendola ricca di mille maschere e colori.

In realtà però nella Serenissima in questi giorni, del carnevale se ne parla molto poco, questo perché ci sono argomenti ben più interessanti ed intriganti di cui spettegolare nella laguna.

Ad attirare l’attenzione sono 4 coppie venete e più precisamente , 3 di Venezia ed una di Mestre, protagonisti di un film pornografico di tipo amatoriale scambistico.

L’idea parte da una coppia di Venezia che intrigata dalla fantasia di girare un film più per esibizionismo che per soldi, contatta una casa di produzione a La Spezia, che visionato il materiale, incentivata dai bassi costi di produzione, dovuti anche all’idea di girare nelle case degli attori stessi, non si fa scappare l’opportunità ed accetta di poter produrre la pellicola.

Da li a poco il cast raggiunge le 4 coppie, tra cui un gondoliere, un dipendente del casinò, un dentista, un meccanico, una operatrice turistica, una titolare di un bar, una commerciante ed una commessa; tutti ed 8 con la passione per lo scambismo.

Il film che corre il rischio di diventare un vero colossal nella laguna, uscirà nella prima settimana di febbraio in edicola. Più che per il film stesso i veneziani sono incuriositi su chi possano essere gli 8 attori, tenuti fino all’ultimo segreti per aumentare la suspense.

Nell’attesa che il film esca, non ci resta che visionare qualche bel video nella sezione annunci con video sul sito di sexyguidaitalia dove all’interno abbiamo selezionato questa bellissima escort di Torino di nome Elena .

 

 

 

 

 

 

1 Commento to “Venezia a luci rosse”

  1. tarriterizio // 30 gennaio 2015 at 07:09 // Rispondi

    Io sono di quelle parti e ora che so di questa cosa e chi se lo perde in edicola. Sono curioso di vedere se sono persone che conosco. Sperando che viaggino senza mascherina !!
    Grazie della info sexyguidaitalia

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata