Utah, varata la legge contro la pornografia

Utah, varata la legge contro la pornografia

Lo Stato federato degli Stati Uniti, abitato per lo più da Mormoni ha dichiarato guerra alla pornografia che ritiene una vera epidemia, che normalizza la violenza contro le donne e i bambini, rendendo l’uomo più propenso a tradire la propria moglie e per chi non lo è ancora più restii a sposarsi e a mettere su famiglia.

La legge firmata dal governatore repubblicano Gary Herbert vuole secondo il suo parere contrastare questa piaga che sin da piccoli tende a ipersessualizzare i teenager e i bambini, creando delle persone non equilibrate, pronte a commettere abusi su donne e bambini, nonché a vivere una seconda vita parallela lontana da quella del tetto coniugale.

Con questa legge chi verrà trovato con immagini di tipo pornografico sui propri computer o chi verrà sorpreso visionare materiale di questo tipo potrà essere denunciato rischiando delle grane serie.

Più volte abbiamo scritto di leggi particolari di tipo estremistico presenti in molti stati degli Stati Uniti d’America, qui però sebbene si tratti di uno di quelli con un numero altissimo di mormoni, ci sembra davvero una limitazione alla persona non indifferente.

Alla faccia della Democrazia!!

Noi in Italia ci lamentiamo spesso che per via del Papa molte leggi riguardanti il sesso non vengono approvate, qui però, a vedere molti altri stati sicuramente “ben civilizzati” il paese all’avanguardia siamo noi ;-)

Ma si, in fondo almeno noi noi pensavamo di volerci trasferire nell’Utah, quindi il problema non ci tange!

Finché si può, guardiamoci qualche bella foto contenuta nell’annuncio di Danisa, favolosa escort di Alessandria

 

 

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata