Tutine nude look per le cicliste colombiane

Tutine nude look per le cicliste colombiane

Nei giorni scorsi se n’è parlato già tantissimo di questo argomento. Inizialmente avevamo deciso di glissare su questa notizia perché non l’avevamo ritenuta degna di tutto questo rumore, ma poi ci abbiamo ripensato.

Se qualcuno ancora non ne avesse sentito parlare, si tratta dello scalpore suscitato dalla squadra delle cicliste colombiane che hanno partecipato al Giro di Toscana, per la divisa da corsa indossata per l’occasione.

Si tratta di tutine, che nella zona del basso ventre oltre ad avere un color carne, fasciavano particolarmente, tanto da (per i più maliziosi) poter creare l’effetto nudo.

In alcune testate sono arrivati addirittura a censurare il ventre delle sportive con dei rettangolini; in molti altri hanno chiesto, gridando allo scandalo che fossero squalificate o per lo meno che fossero obbligate a cambiar divisa.

Ora noi, se pur ritenendo che non sia un bel capo (tral’altro realizzato da una ciclista della squadra), pensiamo che per prima cosa, solo un ceco non si accorgerebbe che non sono nude o indossano un capo trasparente e poi anche fosse, un po’ di sensualità non guasterebbe in sport come il ciclismo, che ospita bellissime ragazze.

Come sempre però la colpa è  dei giornalisti che tendono ad ingigantire le cose, creando anche notizie farlocche e prive di sostanza, come in questo caso

Così abbiamo deciso per protesta, di pubblicare delle belle foto di fantastiche ragazze, per far capire cosa si intende per sexy, accattivante e anche scandaloso.

 

A proposito di bici e di conseguenza di sellini, non perdetevi se non l’avete già letto questo articolo.

 

 

 

 

 

 

2 Commenti to “Tutine nude look per le cicliste colombiane”

  1. In effetti non le vede particolarmente sexy ste colombiane. Comunque sono riuscite a farsi una pubblicità pazzesca. Brave.
    Belle le altre cicliste,veramente sexy

  2. Fosse per me le farei gareggiare nude, come qualche foto che avete aggiunto voi!!!

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata