Rimandare troppo l’orgasmo fa male

Rimandare troppo l’orgasmo fa male

Secondo uno studio condotto dalla Società Italiana di Urologia pubblicato sulla rivista internazionale European Urology, il rapporto sessuale dell’uomo non dovrebbe durare per più di 6 o 7 minuti, preliminari compresi.

Questo perché, il voler rimandare a tutti i costi il momento dell’orgasmo, con diversi escamotage come coito interrotto o ritardanti vari, potrebbe causare una iperdistensione della prostata e causare infiammazioni.

Una notizia che destabilizza un po’ l’uomo che ha sempre sognato un rapporto più lungo possibile, protraendo il piacere e aiutando la partner a raggiungere l’orgasmo più comodamente.

Ora ci dicono, se il rapporto dura meno di 5 minuti soffrite di eiaculazione precoce, ma se lo fate durare per più di 7 minuti potrete avere problemi alla prostata.

Ci toccherà mica viaggiare prima o poi con un cronometro dotato di sveglia che ci avvisa in che fascia di tempo avere l’orgasmo?

Carissimi lettori, come ormai ben sapete, noi siamo sempre attenti alle malattie sessuali, cercando di informare e assolutamente non incoraggiare abitudini sbagliate che potrebebro compromettere la vostra salute e quella della vostra partner, ma qui proprio non ce la sentiamo di consigliarvi di non prolungare un rapporto sessuale.

Il sesso è bello proprio perché libero da troppi schemi.

Godetevelo fino in fondo e visto che siamo nelle vacanze natalizie, dateci dentro a più non posso che alla prostata ci penseremo in seguito ;-)

Se invece al momento non avete nulla sotto mano, iniziate a guardare l’annuncio di Monica, fantastica escort di Milano, chissà che non porti bene?!

 

 

 

 

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata