Pornografia al femminile

Pornografia al femminile

Vi siete mai chiesti, voi maschietti se la pornografia è un genere cinematografico che trova interesse solo negli uomini o attrae anche le donne?

Ebbene, da ricerche fatte intervistando un certo numero di donne è venuto fuori che la pornografia attrae molto anche il sesso femminile, che però dichiara di apprezzare non tutti i film pensati per il sesso maschile, che spesso vede la donna come puro oggetto della sua libido.

Da qui anche se poco conosciuti e con numeri irrisori, sono nati dei film a luci rosse dedicati alle donne.

Ma come sono, che argomenti trattano e cosa mettono in scena?

Allora.., i porno rosa seguono una trama, con dialoghi ben elaborati, con sceneggiature più verosimili e realistiche, dando più spazio ai sentimenti e alle emozioni.

Le attrici sono sempre belle, ma meno artefatte, quindi poco siliconate; mentre gli attori maschili tendono ad essere decisamente belli, ma non sempre palestrati e superdotati.

Inoltre le protagoniste non sono le classiche ragazzine sprovvedute da sedurre e non sono semplici oggetti nelle mani del partner. Anzi vengono ad essere protagoniste che amano sedurre e che praticano sesso solo se consenzienti. Sono quindi bandite scene di costrizione o sesso orale solo al maschile, zoomate su particolari dei genitali femminili che tendono violare la privacy e luci da stadio.

Sono invece fortemente graditi ambienti interni decorosi o scene all’aperto molto sensuali e romantiche.

A questo punto non resta che accontentare le vostre donne, guardando all’unisono un bel film di questo filone hard/erotico rosa. Vorrà dire che le scene più forti (bandite dal genere) le eseguirete voi, all’interno delle vostre mura domestiche.

1 Commento to “Pornografia al femminile”

  1. Mah a me sta pornografia al femminile non mi sconfiscera affatto.
    Una trombata è una trombata e un po di forza ci vuole sempre, altrimenti a farsi trombare tra un po saranno gli uomini.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata