Niente sesso al governo

capo e sottoposta

In Australia il premier ha vietato ai suoi ministri di fare sesso con i loro dipendenti. Il divieto imposto da Turnbull è arrivato dopo che che il suo primo ministro Joyce è stato preso con le mani nella marmellata con una sua impiegata.

Più che le mani Joyce ha inzuppato il suo biscottino nella giovane impiegata del suo ufficio, lasciandola incinta.

Sebbene possa far discutere il provvedimento di Malcom T. che ha imposto questa norma un po’ bigotta, va detto che le chiacchiere e le critiche in tutta l’Australia non si erano placate, probabilmente perché il vice primo ministro Barnaby Joyce in campagna elettorale vantava il suo essere conservatore cattolico , sposato da quasi 25 anni.

La sua confessione davanti ai media sulla sua relazione extraconiugale con l’impiegata rimasta incinta è stata un vero colpo per il governo ed il provvedimento è stato quanto di minimo si potesse fare.

Nel 2018 ci si aspetterebbe che i giochi di potere tra capo e dipendente siano rari, ma tutto sommato, il gioco dei ruoli tra l’uomo potente e la dipendente figa che ammicca, non andrà mai fuori moda e questa vicenda ne è l’assoluta prova.

Del resto voi riuscireste a resistere al fascino seducente di una bella gnocca come l’escort di Torino di nome Alessia Deliziosa se fosse una vostra dipendente?

 

 

 

Leave a comment

Your email address will not be published.