Il piede in due scarpe (parte 2)

Il piede in due scarpe (parte 2)

Ci eravamo lasciati con un lungo elenco di motivazioni per cui valesse la pena rischiare il tutto e per tutto, buttandosi in una seconda relazione sentimentale, senza (almeno per il momento) voler lasciare la prima.

Se opterete per avere il piede in due scarpe, sappiate che se siete davvero arrugginiti da anni con questo genere di cose, non sarà proprio facilissimo trovare una donna/uomo che faccia al caso vostro.

Iniziate magari a porre maggior attenzione alla vostra cura personale, ricordandovi però di non dare troppo all’occhio. Un cambiamento brusco di rotta, farà sicuramente insospettire chi vi vede quotidianamente, quindi muovetevi con la massima circospezione.

Diciamo che per tornare in rotta, vi servirà qualche mese, dove magari oltre a togliervi tutto lo stoppolone di peli che avete coltivato per anni, potreste anche pensare di praticare uno sport che oltre a farvi perdere qualche chilo di troppo, vi farà riacquistare un po’ di fiato utile se tutto andasse per il verso giusto ed ancora più importante, vi creerà una possibile scusa per il futuro.

Si perché carissimi amici, non penserete mica che se non avete messo becco fuori di casa per decenni, tutto d’un tratto la vostra compagna vi faccia uscire senza delle buonissime e validissime motivazioni ben documentate?

A questo punto non vi resta che buttarvi nella mischia, guardandovi bene intorno. Partire dalle colleghe/i o dalle persone che comunque vedete tutti i giorni è una delle cose più semplici, ma il mondo è grande e non mette limiti.

Inziate a fare più attenzione a tutti gli sguardi che vengono ricambiati anche in una semplice passeggiata o mentre fate la spesa. E da li ad una battuta, per poi passare ad un caffè ed al numero di telefono non è così poi troppo complicato.

…to be continued

 

L’attesa per il prossimo articolo che continuerà il discorso non è troppo lunga, ma se vi state annoiando vi consigliamo di dare uno sguardo all’annuncio di una stupenda escort di Torino di nome Maruska che di argomentazioni ne ha davvero molte

 

 

 

 

 

1 Commento to “Il piede in due scarpe (parte 2)”

  1. In effetti mettersi a posto per ricominciare a dover ricacciare non è una cosa semplice ma in alcuni casi l’unico modo.
    Le donne di oggi non si accontentano più del grezzolone analfabeta che riesce a trombare degnamente. Ci vuole anche altro. Soprattutto per cominciare

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata