Il cambio di sesso lo paga l’azienda

Il cambio di sesso lo paga l’azienda

Negli ultimi anni sempre più persone vogliono cambiare sesso e così negli Stati Uniti, moltissime aziende che si dichiarano ” Gay Friendly” avendo come sempre come fine ultimo quello di acquistare sempre più fette di mercato hanno ben pensato di aiutare i propri dipendenti a cambiar sesso.

Lo fanno stipulando una polizza assicurativa su tutti i propri dipendenti, che se vorranno potranno usufruendo della stessa ottenere un rimborso per le spese sostenute.

Sempre più aziende importanti con nomi come Facebook, Netflix, Coca Cola, Yahoo e American Express hanno già aderito o stanno per aderire a questa iniziativa che vista così non può che essere considerata positiva.

In realtà però degli studi hanno dimostrato che le aziende utilizzano questo metodo per farsi della mera pubblicità quasi a costo zero, perché alla fine dei conti circa un dipendente su 20.000 utilizza l’assicurazione per cambiar sesso.

Francamente si sa benissimo che nessuno fa niente per niente, soprattutto se di mezzo ci sono milioni di dollari in ballo;ciò nonostante  non riusciamo a criticare del tutto l’iniziativa, perché se pur pubblicitaria, anche se solo una persona su 20.000 è riuscita nel suo sogno di voler cambiar sesso, ben venga.

Chi secondo noi non ha assolutamente bisogno di cambiar sesso o almeno ce lo auguriamo è questa fresca escort di Milano di nome Desiré.

Cosa ne dite?

 

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata