Gira un film porno in Chiesa, al giudice: “sono un Angelo”

Gira un film porno in Chiesa, al giudice: “sono un Angelo”

Una ragazza austriaca di 29 anni è stata sorpresa girare un video pornografico in una chiesa, utilizzando tral’altro per il proprio scopo oggetti sacri come Bibbia e rosario per praticarsi autoerotismo.

Sicuramente blasfema, sorpresa dal sacerdote ” padrone di casa”, dopo essere stata denunciata dallo stesso, si è giustificata dicendo che al confronto  dei i fedeli lei era un angelo.

Le sue scusa evidentemente  non sono bastate a cavarsela indenne, tanto che dal giudice è stata condannata ad un risarcimento pari a metà del guadagno realizzato dal video.

Una vera condanna salomonica, che avrà sicuramente pesato poco sulla coscienza della giovane ragazza, ma che avrà giovato almeno alle tasche della chiesa.

Non vorremmo solo che si creassero precedenti dove, per risanare il bilancio ecclesiastico venissero inventati nuovi metodi di guadagno poco ortodossi.

La chiesa ha già i suoi di problemi, non gliene creiamo altri; i video e le porcherie fatele nei posti giusti, dove non correrete il rischio di denunce e rimborsi. ;-)

Se proprio vi annoiate, affidatevi alle escort che hanno inserito l’annuncio su sexyguidaitalia. Ragazze di tutte le nazioni e tipo, vi attendono in moltissime città d’Italia.

Oggi per l’occasione vi segnaliamo la escort Sonia di Torino. Anche lei il rosario ce l’ha, ma non si sa dove sia finito

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata