Considerazioni sulla patata e photo gallery

Considerazioni sulla patata e photo gallery

Dopo molti anni in cui sulle vagine delle donne non si vede alcun pelo, tutte glabre e nei peggiori casi con qualche striscetta super curata a mo di pratino inglese, devo ammettere che sentiamo sempre più spesso persone che esprimono pareri positivi sotto il punto di vista eccitativo di una bella fica pelosa.

Chissà poi perché quando le donne avevano il classico stoppolone la vagina veniva chiamata fica, mentre adesso la chiamiamo sempre più patatina.

Al di la del significato che paragona la vagina glabra di una donna a quella di una bambina che in natura non ha peli, viene anche da farsi la domanda sul perché prima venisse chiamata con termini se vogliamo più volgari.

Fica, fregna, Topa, Patonza, Fessa, Sorca, Bernarda etc etc

Tutti sononimi della vulva, usati soprattutti nei tempi addietro che tendevano a volgarizzare una delle cose più belle di questo mondo, dandole però una sua identità ben precisa, con un suo relativo carattere forte.

Ai giorni nostri invece, questi nomi hanno lasciato il posto a parole con diminutivi , come Patatina, Passerina, Fichetta etc etc.

Ci chiediamo solo se l’identità della vagina non faccia un percorso a se rispetto alla donna, evolvendosi a modo proprio.

Dopo queste brevi considerazioni, vogliamo goderci con voi una interessante photo gallery di una meravigliosa modella, che fa del pelo un suo cavallo di battaglia.

E voi come la preferite e soprattutto come la chiamate?

se il genere non dispiace vi consigliamo di dare una occhiata  Mery, escort di Torino che però preferisce un piccolo pratino ..solo nella parte superiore, lasciando altre zone del tutto sgombre.

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata