Caschi Blu, sesso in cambio di aiuti

Caschi Blu, sesso in cambio di aiuti

Sebbene non sia stata molto pubblicizzata la cosa, da un po’ di tempo, le Nazioni Unite stanno offrendo test per il DNA per risalire alla paternità di bambini nati da rapporti sessuali tra donne di paesi bisognosi e Caschi Blu.

Sembra infatti che questi ultimi chiedevano favori sessuali in cambio di aiuti umanitari, senza tra l’altro utilizzare metodi contraccettivi.

Oltre il danno la beffa ..potremmo tranquillamente esclamare!!

Una indagine condotta dall’ Oios ( servizio interno di investigazioni ONU) aveva fatto emergere questa situazione imbarazzante e ora con i test del DNA si vuole in parte porre rimedio a questi abusi, obbligando le persone interessate a prendersi le dovute responsabilità.

Sicuramente le nazioni che hanno fornito i soldati non saranno molto felici di questa pratica, non fosse altro per non scoprire che i propri connazionali siano interessati agli abusi.

Fatti del genere crediamo non debbano essere assolutamente coperti o presi sottogamba, perché se un abuso è già di per se un evento bruttissimo da punire, lo è ancor di più se fatto a persone bisognose magari costrette a subire anche solo per un pezzo di pane.

Tornando a discorsi più leggeri, cosa ne dite di questo gustoso cioccolatino di nome Chanely, escort di Milano ?

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata