Casa Siffredi, unconventional family

Casa Siffredi, unconventional family

Giovedì scorso (il 17 marzo) sulla rete Mediaset La5 è andata in onda la prima puntata di “Casa Siffredi“, un programma studiato ed ideato dal nostro caro e amato Rocco Siffredi.

A chi pensava di poter vedere una trasmissione di tipo hard è andata male, perché sebbene gli avvertimenti della TV recitassero : il programma può nuocere ai bambini, (per questioni legali) il realtà è stato tutto molto soft.

Noi il programma ce lo siamo visti, un po’ perché Rocco c’è sempre piaciuto ed un po’ perché, per noi amanti del mondo dell’eros era un appuntamento che non poteva essere disertato e possiamo dire che ci è sembrato anche molto carino.

In Casa Siffredi, abbiamo visto una normalissima famiglia dove tolta l’eccezione del papà che fa un lavoro particolare e la ricchezza che regna sovrana nella magione, per il resto è tutto normale.

Rozsa (la moglie di Rocco) sempre bellissima, premurosa verso i figli e il marito, ha il ruolo di collante che con la sua pacata tranquillità bilancia gli eccessi del capo famiglia. Poi ci sono i due figli, che tra una garetta e l’altra di moto cross nel parco della villa con il padre e qualche sfilata a Firenze per moda Pitti, si godono la vita di piccoli milionari.

Nella puntata inoltre abbiamo visto il nuovo progetto che l’ex attore porno desidererebbe portare avanti, creando una vera scuola di attori hard che vorrebbe chiamare Hard Academy. Una idea che Siffredi aveva da tempo e che ora sta per prendere vita, ma per saperlo, bisognerà vedere le altre puntate della casa più calda d’Italia…in Ungheria.

Chissà se le tette di Ludy escort di Milano, farebbero tornare la voglia al protagonista dell’articolo di tornare sulla scena?

 

 

 

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata