100 anni di reggiseno

100 anni di reggiseno

Tutto nacque da un’idea di una giovane esponente dell’alta società newyorchese di nome Mary Phelps Jacob, che trovandosi con il problema di un corsetto che spuntava dal suo vestito da sera, provò a modificarlo utilizzando dei fazzoletti e dei nastri rosa.

Dopo poco la Jacob vendette il brevetto per la somma di 1500 dollari alla Corsetti Warner Brothers del Connecticut che ne iniziò la produzione industriale.

Da li in poi il reggiseno non smise mai di essere prodotto da quegli anni fino ad oggi, seguendo le varie tendenze del momento.

Negli anni ’20 schiaccia il seno fino quasi a farlo scomparire, negli anni ’30 con l’invenzione di tessuti elastici smette di essere di seta e diventa per le tasche anche della massa. Dopo la seconda guerra mondiale con l’avvento delle pin-up il reggiseno diventa arma di seduzione fino agli anni ’60 dove nell’epoca femminista viene bruciato dalle donne nelle piazze per protesta.

Bisognerà aspettare un decennio per far rivivere a pieno questo indumento, che con mille forme e tessuti diversi è arrivato fino ai nostri giorni, accompagnando le donne nella vita di tutti i giorni, dallo sport, alla casa per arrivare fino agli appuntamenti di mondanità, per la donna che deve sorreggerlo perché troppo grande , piuttosto che ha quella che avendolo troppo piccolo deve farlo apparire più grande.

Per ogni donna un reggiseno.. verrebbe da dire!

A questo punto guardiamoci qualche bel reggiseno, con al suo interno altrettante belle donne.

 

Tra i reggiseni più curiosi del sito di sexyguidaitalia abbiamo individuato quelloa di Sophia nella sezione Escort di Milano, buttare l’occhio non è peccato!

Inoltre se sei appassionato di lingerie in generale, non perderti questi articoli:

lingerie 1

lingerie 2

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata